Copioni teatrali per recite scolastiche (per bambini e ragazzi)

0
173
copioni per recite scolastiche

Le recite scolastiche sono da sempre un momento fondamentale del percorso didattico, a cui gli insegnanti fanno spesso ricorso per completare un corso di studi.

Dietro la facciata prettamente ludica, però, questi momenti sono fondamentali dal punto di vista pedagogico per la crescita del bambino. Sai quanto può essere importante per i più piccoli iniziare a raffrontarsi con un un pubblico? Parlare davanti a una platea che li applaude e dimostra di apprezzare il loro lavoro?

L'autostima che ne deriva è davvero tantissima e li aiuta ad affrontare il mondo con maggiore consapevolezza dei loro mezzi e delle loro opportunità.

Ammettilo, anche tu hai provato tenerezza la prima volta che il tuo bambino ha calcato il palcoscenico scolastico vedendo il suo volto serio, magari imbarazzato. E' la reazione più normale che esista per un bambino che per la prima volta deve affrontare un pubblico, dimostrandogli quello di cui è capace.

Tuttavia, sono sicuramente bastati pochi minuti per trasformare quell'imbarazzo in emozione e, subito dopo, in orgoglio. I bambini hanno reazioni molto diverse dalle nostre, sono più rapidi a modificare lo stato emotivo, perché la loro mente è talmente elastica e veloce che recepiscono nell'immediato le percezioni dell'esterno.

Abituarli fin da piccoli ad avere un contatto diretto con un pubblico, abituarli a non provare imbarazzo quando espongono le loro abilità e capacità è un tassello importantissimo per il loro processo di crescita personale, professionale e umano.

Nessun bambino dovrebbe essere esentato da questa attività, anche quelli più emotivi: certamente, in alcuni casi serve più tempo e un approccio graduale ma è tutta questione di abitudine a questa età e se anche tuo figlio sembra non essere propenso alla recitazione, non ha importanza.

Fagli comunque provare la sensazione di parlare davanti a un pubblico e non essere apprensivo con gli insegnanti: un po' di sana emozione e di sana "paura" non ha mai fatto male a nessuno, anzi. Il dover superare le proprie paure e debolezze è uno sprono per crescere.

Ovviamente, assumono un ruolo importantissimo i copioni per recite teatrali: sono spesso le maestre stesse che li realizzano sulla base delle lezioni in classe o di uno specifico progetto che vogliono realizzare e se tuo figlio mostra delle difficoltà nello studio dello stesso cerca di approfondire e di capire quali sono i punti che lo inibiscono e provate a superarli insieme, magari chiedendo aiuto proprio alle insegnanti.

Qui di seguito troverai consigli sui migliori copioni teatrali per recite scolastiche e i siti dove trovarli e scaricarli gratuitamente, e anche qualche consigli di recitazione didattico per il tuo bambino.

Copioni teatrali per recite scolastiche natalizie

Le recite scolastiche natalizie sono un grande classico della nostra pedagogia. In tutte le scuole primarie di primo e di secondo grado, quindi nelle scuole materne e nelle scuole elementari, l'appuntamento con la recita di dicembre è quasi un'istituzione.

Le recite scolastiche natalizie possono essere di tantissimi tipi ma, ovviamente, la maggior parte dei copioni teatrali per recite scolastiche a tema Natale ha come filo conduttore la natività. La rappresentazione teatrale del presepio è uno dei grandi classici nella nostra scuola e ogni bambino che vi prende parte ha un suo specifico ruolo che dev'essere scelto sulla base delle sue attitudini.

Se il tuo bambino ha una forte propensione dall'esteriorizzazione, se ama parlare in pubblico e ha una dialettica sviluppata, con ogni probabilità potrà interpretare con successo un ruolo primario, come può essere quello di San Giuseppe o della Madonna, ma anche i Re Magi.

Se, invece, il bambino è più introverso e timido, anche se tu pensi che possa essere perfetto per un ruolo di primo piano, non devi obbligarlo a impersonarlo. I personaggio comprimari sono ugualmente importanti nella riuscita di uno spettacolo teatrale e se il bambino non ama le luci della ribalta è giusto che queste non gli vengano imposte.

Di contro, è giusto che un bambino introverso non venga escluso dalla recita teatrale natalizia: anche se gli viene affidato un ruolo molto piccolo, come può essere quello di un angioletto non di primo piano, è giusto che anche lui salga su quel palco.

Di copioni teatrali per recite scolastiche natalizie ce ne sono davvero tantissimi a tema natività, sul sito Maestra Sabry (http://www.maestrasabry.it/recite.html) ne trovi tantissimi.

Tuttavia, nel periodo storico che stiamo vivendo sempre più scuole scelgono di non effettuare recite incentrate sulla natività e sui temi religiosi, ma di concentrarsi su altri argomenti inerenti il Natale.

E' una scelta dettata dalla presenza sempre più massiccia di bambini professanti altre religioni, che non possono comunque essere esclusi da un momento come quello della recita scolastica natalizia, che tra i suoi obiettivi ha proprio l'inclusione.

Come potrai ben vedere anche nel link indicato, le proposte alternative sono tantissime e nella maggior parte dei casi si concentrano su temi universali come la pace nel mondo: le recite natalizie, soprattutto queste, infatti, sono l'occasione per instradare i bambini al rispetto degli altri, delle altre culture e delle altre realtà.

Quando studi il copione con il tuo bambino, cerca di capire qual è il suo punto di vista e, anche se con parole semplici, fagli capire il concetto di rispetto del diverso.

Certamente le canzoni natalizie come "Tu scendi dalle Stelle" un grandissimo classico della nostra tradizione e cultura non devono essere definitivamente abbandonate e possono diventare un momento carino della recita.

In ogni caso, dai copioni che trovi su internet, dove ci sono davvero tantissime idee e spunti per una recita di Natale ben fatta e a misura di bambini, puoi anche fare un bel mix, unendo magari diverse storie.

Anche sul sito http://www.blognatale.com/dieci-copioni-di-recite-di-natale-per-la-scuola-dellinfanzia-e-primaria/ trovi tanti spunti per una recita di Natale.

Bisogna però sottolineare un aspetto importante delle recite di Natale ma anche delle recite in generale: è giusto che i bambini imparino il significato di copione teatrale e che, quindi, si impegnino a studiarlo a memoria, ricordandosi le battute, ma è altrettanto importante che capiscano anche l'arte dell'improvvisazione.

Pertanto, se ti accorgi che durante lo studio al bambino viene automatica cambiare una parola con qualcosa che secondo lui è più consono, prima di tutto chiedigli perché crede che secondo lui quella formulazione vada meglio e, se il senso del discorso non viene cambiato, dopo esserti consultato con la maestra lascialo libero di esprimersi.

Molto spesso i bambini hanno una sensibilità che noi adulti abbiamo perso ed è anche attraverso i copioni teatrali per recite scolastiche che questa viene espressa nella sua migliore forma.

Copioni teatrali per recite scolastiche primaverili

Se a Natale la recita scolastica è quasi un'istituzione, anche il periodo primaverile è ricco di spunti per organizzare una recita scolastica. Uno dei temi che viene trattato con maggiore interesse in questo periodo, per esempio, è quello dell'inquinamento.

I motivi per i quali il tuo bambino in primavera si trova a studiare un copione teatrale per una recita scolastica a tema inquinamento e ambiente è che a questo punto dell'anno scolastico il programma didattico sta volgendo alla sua conclusione e la recita può essere il giusto elemento di chiusura per coinvolgere bambini e genitori in un tema così importante.

Sul sito http://www.francozaffanella.com/copioni-per-bambini/ si trovano alcuni spunti per copioni relativi al concetto di rispetto dell'acqua e di non spreco delle risorse, che dev'essere giustamente insegnato ai bambini fin dalla tenera età in modo tale che crescano con la giusta consapevolezza dell'argomento.

In questo caso, la recita scolastica assume un'importanza didattica molto forte, oltre che pedagogica, perché diventa l'elemento finale di un ciclo di studi, la trasposizione reale di quanto i bambini hanno imparato durante l'anno scolastico.

I copioni teatrali per recita scolastiche relativi a questi argomenti, però, raramente vengono utilizzati così come vengono trovati, perché molto spesso le insegnanti tendono a inserire elementi personalizzati relativi a esperienze vissute in prima persona dai bambini.

La personalizzazione di un copione teatrale scolastico è parte integrante del lavoro didattico, coinvolgere i bambini in questo processo è importantissimo per far sviluppare la loro capacità critica e di analisi.

Tuttavia, ci sono anche altre tipologie di recite primaverili che possono essere realizzate a scuola, come quelle per la festa della mamma e del papà. Sono rappresentazioni universali che servono ai bambini per esprimere anche i loro sentimenti.

Anche in questo caso, a parte i copioni teatrali per recite scolastiche che si trovano online, cerca di portare il bambino a esprimere un suo pensiero sull'affetto per la mamma o il papà, in modo tale che questo possa essere esposto durante la recita.

Se tutti i bambini facessero questo lavoro, la recita scolastica si arricchirebbe considerevolmente e non si limiterebbe a un copione standardizzato.

I copioni teatrali per recite scolastiche adattati dalle grandi opere

Un altro filone particolarmente interessante per realizzare copioni teatrali per recite scolastiche è quello degli adattamenti delle grandi opere letterarie, strutturate in chiave didattica.

La Divina Commedia, per esempio, caposaldo della nostra letteratura, non è necessariamente una lettura eccessiva per i più piccoli.

E' vero che affinché il bambino capisca il testo è necessario il tuo aiuto, ma è vero anche che si tratta di una lettura non troppo complicata se si sceglie la chiave più semplice, quindi anche la trasposizione teatrale per i più piccoli non è così complicata.

http://www.gttempo.it/CopioniRagazzi.htm qui trovi un esempio di trasposizioni di grandi opere in copioni teatrali per recite scolastiche.

La realizzazione di un lavoro come questo richiede tempo e fatica, perché l'opera va prima studiata in classe e solo successivamente rappresentata, ma può essere l'idea per una recita di fine anno alternativa e divertente anche per i bambini, che possono vivere in prima persona alcune delle avventure che hanno sempre solo letto.

La Divina Commedia è solo una delle tante opere, altrettanto interessante è l'Odissea, così come i Promessi Sposi. anche Romeo e Giulietta può essere una buona lettura per poi essere trasposta in recita scolastica.

Sono tantissimi i libri che si prestano, ovviamente alcuni necessitano di essere edulcorati, altri di essere modificati, ma di base l'adattamento dell'opera ai copioni teatrali per recite scolastiche non è così complicato e non ti sarà difficile realizzare un buon lavoro.

Buona recita!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here